Castagne o marroni?

La differenza fra castagne e marroni ?
Lasciate stare la comune credenza che i marroni siano "grossi" e le castagne "piccole". Non è così.
Sono due varietà ben distinte: come le mele rosse o gialle.
La cosa cha balza all'occhio è la forma: i marroni hanno la caratteristica forma allungata ( frutto indicato con A) mentre le castagne sono più rotondeggianti (frutti indicati con B).
Gli alberi delle varietà di Marrone sono astaminee, cioè prive dei fiori maschili e necessitano quindi della presenza di impollinatori.
Hanno una polpa più fine delle castagne ed una percentuale di zuccheri mediamente superiore del 15-20%.
I frutti hanno una pellicola (episperma) che non penetra nell’interno della polpa e che si stacca con facilità nelle operazioni di pelatura.
I marroni in Italia si trovano sopratutto in questi areali:
zona di Susa, nella prov. di Torino
Chiusa Pesio, nella prov. di Cuneo
l'Appennino Tosco-Romagnolo, nelle prov di Firenze, Bologna e Ravenna 
zona di Vallerano-Canepina, prov. di Viterbo

Le castagne hanno numerosissime varietà diffuse in tutta la penisola. I frutti sono di pezzatura diversa (da 45 a 210 frutti in 1 Kg) e sono caratterizzati da una pellicola interna che penetra in profondità nell’interno della polpa, in qualche caso fino a dividerla (frutti settati).
Hanno polpa più grossolana e buccia più spessa; sono usualmente di colore marrone scuro, ma esistono alcune varietà che presentano la colorazione "rossa" più tipica del marrone.

Però non è sbagliato considerare che ogni vallata alpina o appenninica, proprio per il secolare isolamento, abbia la propria varietà di castagne o marroni.
E, ovviamente, per gli abitanti, ognuna è la migliore di tutte !

Lascia la tua opinione

* campi obbligatori (l'indirizzo email NON verrà pubblicato)

Autore*

Email*

URL

Commento*

Codice*